numero verde 800931777   -   Privacy 

©2019 Rèspeak by Jolengroup

  • RèSpeak

Lavorare part time aiuta le mamme a crescere meglio i figli

Le mamme che seguono meglio i propri figli sono quelle contente della propria vita a livello lavorativo


La maternità, per molte donne lavoratrici è un momento delicato. Stando ai dati, sono in 165.562 le donne che lasciano il lavoro, pensando in questo modo di poter meglio accudire i propri figli. Un recente studio pubblicato sul Journal of Family Psychology dell'Università of Caroline però, attesta come questa sia una decisione pessima.

Stando allo studio infatti, ad accudire meglio i propri figli sono quelle mamme che lavorano part time.

Perché?

Perché sono contente della propria vita .

Una mamma appagata e realizzata dal punto di vista lavorativo, oltre che doemstico, trasmette ai propri figli sicurezza, aumentando così la loro serenità ed autostima.

Quindi, perché non provare?

Si potrebbe fare richiesta di un part time presso l'azienda dove si lavora. 8 ore su tre giorni lavorativi, oppure 6 ore su 4 giorni potrebbero essere una soluzione, ma lo stipendio poi, a quanto ammonterebbe?

Forse ad un fisso mensile utile a pagare solo le bollette, forse.

E se l'azienda non dovesse accettare la richeista?

Ci sarebbe la possibilità di lavorare da casa...ma bisogna sempre prestare attenzione, molta, molta attenzione.

Il più delle volte si tratta di truffe, dove sei tu la prima ad acquistare i prodotti che poi venderai.

Cosa resta?

I call center potrebbero essere una soluzione.

Impegno part time e possibilità di scelta tra turni di mattina, pomeriggio e sera, sono l'ideale per chi ha bisogno di far combaciare il lavoro con il calendario degli impegni dei bambini. Puoi decidere di lavorare di mattina, quando i bambini sono a scuola o di sera, quando li hai messo a letto.

Lo so a cosa stai pensando: " tutto ma non i call center"

HAI RAGIONE

Questa è una realtà difficile e il pericolo della truffa è sempre dietro l'angolo.

Molti call center promettono un fisso mensile che poi non arriva mai.

Si lavora in uffici fatiscenti, seduti per ore su delle sedie scomode, circondati da urla e casino, e ai datori di lavoro di certo non frega nulla del benessere dei loro collaboratori: l'unica cosa che gli interessa realmente è pagarsi la macchina nuova e la vacanza costosa.


Ma non tutti i call center sono cosi.

Bisogna solo scegliere un'azienda seria.


Come?


Che, i commenti sui social sono un buon punto da cui partire.






E queste sono solo una selezione delle recensioni scritte dalle nostre RèSpeaker. In tutto contiamo 350 collaboratori divisi tra sette sedi, capirai che, elencarle tutte, avrebbe reso questo articolo chilometrico.

Puoi comunque consultarle tutte visitando la nostra pagina Facebook.

Sono moltissime le donne e mamme che in RèSpeak hanno trovato la loro "rèale opportunità" di guadagnare bene e di far carriera, dopo essersi viste sbattute in faccia tante porte, da quel mondo del lavoro che reputa una donna "scaduta come il latte" una volta passati i trent'anni.


Tu cosa aspetti?

Riprendi in mano le redini della tua vita!


Lavora con noi